A PRESTO ALE !

Si apre un nuovo capitolo nella vita di Ale: dopo la laurea l’ingresso nel mondo del lavoro. Nuovi impegni lo aspettano e sicuramente arriveranno nuove soddisfazioni.

E’ stata una fortuna per tutti noi incontrarti, conoscerti e apprezzarti come coach ma soprattutto come persona. La persona che ritroviamo in queste tue parole.

_______________________________________

Non è facile trovare le parole giuste e scrivere cosa siano stati questi 4 anni per me, cosa ha significato essere parte di Ororosa. Per quanto ho ricevuto, è giusto provarci, consapevole che queste righe non saranno mai abbastanza.

Ho 19 anni, sono al secondo anno di università e ho fatto due anni con il minibasket (grazie Lele!). Monica, che allora conoscevo più di fama che di persona, sta cercando allenatori giovani da inserire in Ororosa. Prendo la palla al balzo e entro nel mondo del basket femminile.

Ho 23 anni, sto per prendere la Laurea Magistrale, in un anno abbiamo fatto 3 finali nazionali e 1 titolo regionale e Monica, di cui ho capito i motivi dei suoi successi, ora posso dire di conoscerla anche di persona.

In mezzo c’è stato di tutto, rapporti umani, discussioni, amicizie, trasferte, vittorie, sconfitte e pure una pandemia.

I risultati sono lì da vedere, non sta a me esaltarli, lo lascio fare agli altri. Proverò a dire cosa, ma soprattutto chi è stata Ororosa per me.

Ororosa è Beppe, GM prima che ottimo fotografo. Un General Manager da tenersi stretto, presente e pronto a risolvere tutti i problemi del quotidiano, ma sempre con la battuta pronta. Mi mancherà mandarti articoli alle 2 di notte e sentirti la mattina per consulenza Instagram.

Ororosa è il Gae, che quando sono arrivato mi ha spronato e che anche con un semplice messaggio prima delle occasioni importanti mi ha sempre sostenuto e c’è sempre stato.

Ororosa è Filippo, siamo arrivati insieme, ci siamo confrontati e supportati. Ho imparato dalla tua pacatezza e lucidità, difficile per un “tifoso” come me!

Ororosa è Roby Tribou, che non ha guardato la carta d’identità ma ha sempre cercato il confronto. Un po’mi mancheranno le chiamate post-partita o gli audio prima di entrare in classe.

Ororosa è la Cele, che mi ha seguito in tutti i campi della Lombardia, ha fatto l’allenatrice, la dirigente e l’autista.

Ororosa siete voi ragazze, tutte, dalla prima all’ultima, che ho avuto la fortuna di allenare. Spero di avervi lasciato qualcosa, tecnicamente ma anche umanamente, quello che mi avete dato voi è sproporzionato. Non fermatevi mai, giocate di anticipo, correte in avanti, andate a prendervi i vostri sogni. Nella vita, così come fate sul campo da basket.

Ororosa sono anche i genitori, vi ringrazio perché non avete avuto pregiudizi sul fatto che fossi giovane. Mi avete sostenuto e anche il confronto con voi mi ha fatto crescere.

Ororosa è, soprattutto, Monica.

Moki mi ha insegnato tutto quello che deve essere un allenatore, che prima deve essere una Persona. Ho capito l’importanza della coerenza, il ruolo educativo che deve avere un allenatore e l’importanza di lavorare sul dettaglio tecnico. Tutte cose utili un domani anche in altri ambiti.

Hai avuto fiducia di un ragazzo giovane, con background praticamente nullo, che conoscevi a malapena. Mi hai lasciato sbagliare, corretto, ti sei confrontata e ogni anno mi hai dato sempre più responsabilità. A 23 anni mi hai messo capo-allenatore dell’Under 19 Élite.

Avrei altro da scrivere ma mi limito. Grazie Moki, il merito è tuo!

Io mi sono divertito un mondo: le trasferte, le ultime finali nazionali, i vostri pianti e le vostre risate. I McDonald’s dopo le partite, le corse per riuscire a vedere l’Atalanta dopo allenamento e le sclerate che qualche volta ho fatto. I selfie post-vittoria, i musi dopo essere state riprese e gli abbracci degli ultimi successi.

Io sarò sempre Ororosa.

Ci vedremo ancora, se riuscirò a qualche allenamento, lavoro permettendo. Sicuramente verrò a tifare.

Fatico a chiudere il computer e pubblicare, gli occhi sono lucidi e nella testa continuano a scorrere le immagini di questo percorso.

È stata una figata pazzesca!

Forza Oro!!!

FORZA ALE !

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...